Gli anni ’40 e ’50 – Gli albori

Il basket a Gallarate vanta radici profonde. Nell’immediato dopo guerra la squadra di Gallarate milita nel massimo campionato nazionale, allora il Campionato di I Divisione, assieme a rappresentative di città ben più grandi ed importanti come Milano, Varese, Torino, Bologna, Trieste e Venezia. Sono anni nei quali a Gallarate il basket si gioca all’aperto, nell’area di Via Sommariva (dietro l’attuale Biblioteca Civica) ed i primi colori sociali sono il bianco ed il blu. Nella stagione 1946-47 la squadra sfiora l’accesso alle semifinali qualificandosi terza nel girone eliminatorio mentre l’anno successivo (1947-48) si classifica al quinto posto del girone di qualificazione. Andò meglio nel 1948-49, il primo vero campionato nazionale formato da 12 squadre con partite di andata e ritorno: Gallarate si piazzerà al quarto posto al termine della stagione, subito dietro a Bologna, Varese e Milano; questo resterà il miglior risultato in assoluto nella storia della società. Nella stagione 1949-50 retrocede in serie B ma si riscatta prontamente l’anno successivo ritornando nel massimo campionato nazionale. Nel 1951-52 finisce ottava mentre la stagione successiva (1952-1953), conclusa al dodicesimo posto, sarà l’ultima in serie A. Nel campionato 1953-54 la squadra Gallaratese si classifica quinta nel girone A della serie B. Il girone viene vinto la stagione successiva (1954-55) garantendo alla squadra il diritto di partecipare alle finali per la promozione al «girone di eccellenza» (in quel periodo la massima serie nazionale). La disputa si concluse con la promozione di Roma e Bologna mentre la Gallaratese restò in serie A. Nel 1955 il sodalizio, allora presieduto da Pietro Ruggeri, stabilì un accordo di sponsorizzazione con le Fonderie Filiberti: nacque così la Pallacanestro-Argo. Ciò nonostante i risultati faticarono ad arrivare tanto che la squadra retrocesse in serie B prima ed in serie C poi. Nel 1958 la mancanza di risorse e di risultati indussero il neo eletto presidente Victor Nicoletti ed il Consiglio in carica a sciogliere la società.

Anni ’70 e ’80 – Rinascita, crisi e ripartenza

Nel 1970 un gruppo di ex atleti e simpatizzanti ricostituì le file di una nuova organizzazione che, presso il Centro della Gioventù di via Don Minzoni, diede vita alla neo Pallacanestro Gallarate, guidata dal Presidente Faravelli e supportata sotto l’aspetto economico dall’assicurazione Lavoro e Sicurtà. Dopo l’esordio nella I Divisione la squadra venne ammessa nel 1971 al campionato di promozione che disputò con buoni risultati classificandosi al quarto posto. Nel 1972 la Pallacanestro Gallaratese, dopo avere condotto il campionato quasi interamente in testa alla graduatoria, vide sfumare l’accesso al girone superiore solo nelle ultime partite. L’anno successivo il sodalizio ottenne dall’Amministrazione Comunale la disponibilità delle nuove palestre che consentirono di organizzare al meglio la preparazione della squadra e di avviare, con successo, l’attività del settore giovanile. In tale contesto la prima squadra guadagnò prima la promozione in serie D e poi, nel 1975, il passaggio alla serie C 2. Nel frattempo la presidenza della società era passata a Guido Bertelli mentre l’Italiana Macchi Bilance supportava economicamente il sodalizio.

Nel 1982 a seguito delle le dimissioni dell’allora presidente Bertelli e considerata la mancanza di risorse la società si vedeva costretta a rinunciare alla serie C, tanto faticosamente raggiunta, rischiando altresì lo scioglimento per le subentrate difficoltà economiche. In tale contesto interveniva Paolo Pastorelli che assicurava continuità di tradizione ad un’attività sportiva cittadina. Con la presidenza Pastorelli iniziava un nuovo ciclo per la società che si proponeva un programma di lavoro principalmente incentrato sullo sviluppo di un settore giovanile volto si alla ricerca del successo agonistico ma anche improntato sulla formazione di atleti con forti valori etici, formativi e sociali. Il supporto della Banca Industriale Gallaratese, assicurato dall’interessamento del neo presidente, consentiva inoltre di riprendere l’attività sportiva partendo dalla I Divisione. La palestra comunale di Madonna in Campagna, messa a disposizione del sodalizio, raccoglieva a quei tempi un centinaio di giovani atleti suddivisi nelle categorie di cadetti, juniores, allievi e ragazzi. Agli inizi del Campionato 1982 – 1983 relativo alle diverse categorie, la «Pallacanestro- BIG» poteva allineare quattro formazioni che, complessivamente, esordivano con buoni risultati. Negli anni successivi le formazioni prendevano parte con buoni risultati a tutti i campionati giovanili ad esse riservati e nel 1986 veniva raggiunto il primo ambito traguardo con la partecipazione della prima squadra al campionato di Promozione Regionale.

Anni ’90 e 2000 – Sviluppo del settore giovanile

Nel 1990 avvenne un nuovo avvicendamento in seno alla presidenza della Pallacanestro Gallarate: il Comm. Paolo Pastorelli passa infatti il testimone al sig. Egidio Leoni. Sotto la sua guida e grazie al supporto degli sponsor che si sono succeduti nel tempo (ricordiamo tra i tanti ECIT, General Zipp, Metis, Openjob, Norlight) i ragazzi del settore giovanile hanno contribuito a gettare le basi per una risalita che ha visto la società partecipare anche alla C 1 (all’epoca campionato nazionale con squadre partecipanti da tutto il Nord Italia).

…. to be continued …

seguici su

Facebook

This message is only visible to admins.

Problem displaying Facebook posts.
Click to show error

Error: Error validating access token: Session has expired on Thursday, 12-Dec-19 11:23:14 PST. The current time is Tuesday, 19-Jan-21 23:11:17 PST.
Type: OAuthException
Subcode: 463
Youtube

A.S.D. BasketBall Gallarate | codice F.i.p. 00857 | cf 91043100121 | tutti i diritti riservati